2012-09-12 | SEZIONI

Crescita industriale, aziende familiari

Nel secondo dopoguerra Monsummano e il suo territorio è interessato da quel mutamento totale - i cui prodromi erano già presenti all'inizio del secolo - che porterà nel giro di un quarantennio al raddoppio degli abitanti, ad una progressiva industrializzazione e al conseguente abbandono delle attività agricole, allo spopolamento disordinato delle campagne, ed infine alla trasformazione sostanziale dell'aspetto paesistico ambientale e socio-economico. 
Tra il 1951 e 1961 i comuni di Monsummano, Pieve a Nievole, Massa e Cozzile, Pescia, Uzzano e Chiesina Uzzanese, presentano indici di industrializzazione elevati ed un incremento sia delle unità che degli addetti. 
Monsummano era, tra gli anni '50 e '60 al quarto posto tra i grandi centri calzaturieri italiani, con una produzione annua valutabile in 6-7 milioni di paia di scarpe, pari al 65%-70% di quella della provincia di Pistoia e ad oltre il 3% di quella nazionale. 
Nel comune continuava ad essere pienamente attiva anche la grande industria conserviera (F.lli Polli) che utilizzava le risorse agricole locali. La tradizionale lavorazione delle erbe palustri insieme a qualche stabilimento per la fabbricazione di scope e spazzole di saggin, faceva di Monsummano forse il centro più importante d'Italia per questa produzione.



GUARDA ANCHE

Padule di Fucecchio

Vi sono raccolti materiali iconografici che documentano la geografia storica del Padule a partire dagli inizi del XVI secolo. Inoltre è dedicata particolare attenzione alle varie forme di utilizzazione

Fattorie Granducali e Valdinievole Felix

Fattorie GranducaliCartografie e raccolte di immagini mostrano l'articolazione e le peculiarità delle Fattorie granducali che si distribuivano intorno al lago-Padule e che formavano i complessi

Conoscere il cielo per misurare la terra

La scienza sperimentale di Galileo Galilei e dei suoi allievi, la connessione fra studi astronomici e rappresentazione dei luoghi, si traducono nella nuova cultura del territorio maturata in Toscana nell'età