2012-09-12 | SEZIONI

Padule della memoria

23 Agosto 1944

Alle 6 del mattino del 23 agosto 1944 i nazisti guidati dai fascisti del luogo si presentavano al seccatoio del tabacco di Pratogrande (Comune di Ponte Buggianese) dove facevano le prime vittime, 9 donne e 3 ragazzi, mentre i pochi uomini nascosti nei canneti dei dintorni venivano intercettati e uccisi uno ad uno con un colpo alla testa. 
Il rastrellamento e l'eccidio proseguiva poi per tutta la mattinata per esaurirsi intorno alle 13, dopo aver provocato 175 vittime: la gente viene uccisa nelle case e nello svolgimento dei lavori campestri quotidiani; così a casa Silvestri (Castelmartini - cala Morette) gli occupanti vengono fatti uscire e falciati a colpi di mitragliatrice; a casa Simoni gli abitanti sono sterminati come tutti coloro che si erano rifugiati nelle capanne e nei canali del padule. 
Alle ore 11 il comandante del 9° Reggimento granatieri corazzati, resosi conto dell'uccisione di civili e non di partigiani dà ordine di liberare gli ostaggi detenuti nella villa Banchieri di Castelmartini.



GUARDA ANCHE

Padule di Fucecchio

Vi sono raccolti materiali iconografici che documentano la geografia storica del Padule a partire dagli inizi del XVI secolo. Inoltre è dedicata particolare attenzione alle varie forme di utilizzazione

Fattorie Granducali e Valdinievole Felix

Fattorie GranducaliCartografie e raccolte di immagini mostrano l'articolazione e le peculiarità delle Fattorie granducali che si distribuivano intorno al lago-Padule e che formavano i complessi

Conoscere il cielo per misurare la terra

La scienza sperimentale di Galileo Galilei e dei suoi allievi, la connessione fra studi astronomici e rappresentazione dei luoghi, si traducono nella nuova cultura del territorio maturata in Toscana nell'età