2012-09-12 | MU.BI.

Osteria dei Pellegrini

L'edificio che ospita il museo e la biblioteca

Il Museo della Città e del Territorio ha sede nell'Osteria dei Pellegrini.

La costruzione dell'Osteria dei Pellegrini fu promossa dal granduca Ferdinando I dei Medici per accogliere i pellegrini che si recavano a venerare l'immagine della Madonna nel vicino Santuario della Fontenuova. 
Il progetto venne affidato all'architetto granducale Gherardo Mechini. I lavori, con la direzione del capomaestro Domenico Marcacci, presero il via nel 1607 per concludersi nel 1616.

L'edificio dell'Osteria continuò ad assolvere la funzione di accoglienza dei pellegrini fino al 1775, quando divenne sede della Comunità delle due Terre che unificava i comuni di Monsummano e Montevettolini.
Nel 1833 vi si stabiliva la sede della Cancelleria e nel 1855 l'edificio, acquistato dalla Comunità, fu destinato ad ospitare le carceri e gli uffici giudiziari che vi rimasero fino alla metà degli anni '70 del Novecento.

Tra il 1995 e il 1998 l'edificio è stato oggetto di importanti lavori di consolidamento e restauro che hanno permesso la realizzazione del Museo della Città e del Territorio

Il primo piano è stato aperto al pubblico il 12 dicembre 1998. 
Il secondo, dedicato al Novecento, è aperto dall'11 giugno 2005.



GUARDA ANCHE

Biblioteca e Archivio Storico Comunale

La Biblioteca Comunale di Monsummano Terme nasce negli anni '60 su impulso dell'Amministrazione Comunale e di alcuni volontari.  Si sviluppa soprattutto come centro di lettura e prestito libri

Museo della Città e del Territorio

Uno specchio della popolazione e della sua storia

Quella del Museo della Città e del Territorio è una storia recente e antichissima.Recente è l'entusiasmo di chi lo ha voluto, antichissima è la storia scritta nelle cose,

Comitato

G. Carla Romby Responsabile scientifico Università degli Studi di Firenze, esperta di Storia dell'Architettura e della Città  Direttore del Museo