2012-09-11 | SEZIONI

Archeologia antica e medioevale

Vi è documentatala dinamica del popolamento della zona dall'epoca protostorica al momento medievale. In età etrusco-romana la Valdinievole ha rappresentato soprattutto un territorio di transito, in cui alcuni luoghi di sosta dovevano rivestire caratteri di sacralità come testimonia il bronzetto di Ercole promachos del III secolo a.C., ritrovato nel 1887 presso Castelmartini.
La frequentazione romana è documentata nella fascia pedemontana del Montalbano come attestano i grandi complessi archeologici di Villa San Paolo al Pozzarello, di Vaiano e Segalare da cui provengono i reperti ceramici e laterizi esposti.
Nell'XI e XII secolo si definisce il sistema insediativo dei castelli che punteggiano i rilievi collinari prospicienti il Padule di Fucecchio.
Elemento centrale della Sezione è rappresentato dal modello tridimensionale del castello di Monsummano (oggi abbandonato) che propone la ricostruzione del tessuto insediativo del castello di Monsummano alto riferita al XIV secolo, momento in cui il castello, entrando a far parte del dominio fiorentino (1331) divenne un importante presidio a difesa del confine con la Repubblica di Lucca.



GUARDA ANCHE

Padule di Fucecchio

Vi sono raccolti materiali iconografici che documentano la geografia storica del Padule a partire dagli inizi del XVI secolo. Inoltre è dedicata particolare attenzione alle varie forme di utilizzazione

Fattorie Granducali e Valdinievole Felix

Fattorie GranducaliCartografie e raccolte di immagini mostrano l'articolazione e le peculiarità delle Fattorie granducali che si distribuivano intorno al lago-Padule e che formavano i complessi

Conoscere il cielo per misurare la terra

La scienza sperimentale di Galileo Galilei e dei suoi allievi, la connessione fra studi astronomici e rappresentazione dei luoghi, si traducono nella nuova cultura del territorio maturata in Toscana nell'età